Inizia G! come Giocare. E c’è ancora la mano di The Van

L'annuncio firmato The Van di G! come Giocare 2015
G! come Giocare 2015 è iniziato. E ancora una volta c’è la mano di The Van dietro alla comunicazione integrata della più grande manifestazione italiana dedicata al mondo del gioco e delle famiglie, l’evento organizzato dal Salone Internazionale del Giocattolo che si terrà a Fieramilanocity da venerdì 20 a domenica 22 novembre.

Affissioni e campagna stampa

Per l’occasione Milano si è colorata con le affissioni della nuova campagna, quarto capitolo di una collaborazione nata in occasione dell’edizione 2012: le idee hanno riempito tutte le linee della metropolitana milanese e i tram di ATM.
Dopo “Il gioco è bello quando dura tanto!” (2012), e “G! come Giocare. Qui il Natale arriva prima” (2013), anche quest’anno il claim sarà “G! come Giocare. La stanza dei giochi più grande che c’è”: la fiera, infatti, negli ultimi anni ha conquistato un ruolo di leadership tra le famiglie, cioè un’offerta di giochi senza eguali a disposizione in uno spazio sconfinato. E i numeri in crescita degli ultimi anni (nel 2014 +17% di affluenza) lasciano ben sperare anche per questa edizione.

Adv online e strategia di content marketing

La campagna stampa di G! come Giocare 2015
Oltre alla campagna affissioni, The Van ha realizzato anche la campagna display sui circuiti di Google e su Facebook; sul social network più utilizzato, inoltre, abbiamo curato e moderato la pagina istituzionale dell’evento. Infine durante tutto l’anno è proseguita la produzione di contenuti per il sito, veicolati anche attraverso una newsletter mensile agli oltre trentamila iscritti.
«La perfetta sintonia con Assogiocattoli – ha raccontato Luca Villani, managing director di The Van – ci ha permesso di costruire un piano di comunicazione che tenga alta l’attenzione su G! come Giocare durante tutto l’anno, basato sulla gestione del sito e sulla produzione di contenuti. Le attività di content marketing giocano un ruolo centrale e ci permettono di avere un dialogo costante con il pubblico di riferimento della manifestazione, attraverso i social e la newsletter mensile, che naturalmente si intensifica nei giorni immediatamente a ridosso della manifestazione e della fiera stessa, ma che non si interrompe mai».