«Ho cambiato lavoro. Ma questa volta non in The Van»

Da un mesetto sono diventato Eataliano. Nel senso che sono andato a lavorare da Eataly: una grande soddisfazione, della quale vado orgoglioso, raggiunta dopo una dura selezione superata per merito mio, ma anche per merito del posto nel quale ho lavorato per cinque anni. Invece l’italiano, quello vero e scritto in particolare, è stato lo […]