Un anno in rete con Mocauto: obiettivi raggiunti

La strategia web 2012 progettata da The Van per la rete di concessionari milanese si è conclusa con risultati soddisfacenti. Il segreto? Un mix di media “acquistati” e “proprietari” e contenuti di qualità

Il 2012 è stato per The Van un anno positivo. Tra i progetti che ci hanno dato maggiori soddisfazioni, c’è la strategia web ideata per Mocauto Group, storica rete di concessionari milanese: ecco che cosa abbiamo fatto..

Lo scenario di partenza
Gli strumenti a disposizione a fine 2011 erano: un sito istituzionale contenente le schede delle auto in vendita, per il quale già fornivamo contenuti editoriali relativi a Mocauto e al mondo dell’auto, una pagina Facebook e un elenco di oltre 40mila indirizzi mail, raccolti dall’azienda in circa 10 anni.

Nell’elaborare la strategia 2012 siamo partiti proprio da qui: ci siamo chiesti innanzitutto come ottenere il massimo da quelli che vengono definiti i media “proprietari” (cioè il sito) e dagli altri strumenti che già avevamo a disposizione (profilo Facebook) per raggiungere i nostri obiettivi: cioè avvicinare un pubblico vicino ai valori dell’azienda e fornire un contributo alla vendita delle auto.
mocauto: ecosistema 2011

Nuovo piano editoriale e nuovo target
Partiamo da Facebook. Quando abbiamo preso in gestione la pagina di Mocauto, questa era stata impostata sulla base di una strategia ingegnosa. Il meccanismo si basava sul fatto che, in occasioni di eventi in alcuni locali di Milano, i presenti potessero farsi fotografare in compagnia di hostess graziose e simpatiche e che poi, per poter vedere (e condividere) le foto, diventassero fan della pagina su cui le immagini erano pubblicate. Questa strategia aveva prodotto 1300 fan: ma di auto se ne vedevano poche e i fan avevano l’aria di essere più interessati alle fanciulle che al core business dell’azienda.

Il nostro primo obiettivo è stato quindi cercare di attrarre un target più interessato al mondo dell’auto e alle attività di Mocauto. Per fare questo, abbiamo puntato su un nuovo piano editoriale più coerente con l’immagine dell’azienda, basato sulla condivisione delle news già prodotte per il sito (relative a modelli di automobili, manutenzione, curiosità), su contenuti ad hoc coinvolgenti (curiosità, immagini, video divertenti) e sulla pubblicazione di un annuncio settimanale per l’acquisto di un’auto usata.

I risultati sono stati positivi: Mocauto attualmente è il concessionario con il più alto numero di fan – oltre 2400 – oggi più coinvolti e partecipi.

Un anno in rete con Mocauto: obiettivi raggiuntiNewsletter tra contenuti e annunci
Altra novità introdotta nel 2012 è stata la newsletter di mocauto, uno strumento utile per garantire un buon numero di accessi al sito e per avvicinare il nome di Mocauto ai consumatori in modo costante, senza che le comunicazioni provenienti dall’azienda vengano percepite come spam. Il primo passo è stato la valorizzazione del prezioso database dell’azienda, che abbiamo prima ripulito dagli indirizzi non più validi e ridotto a 26mila iscritti, e poi implementato fino a quota 34mila grazie alle nuove iscrizioni: a queste persone viene inviato ogni mese un prodotto editoriale costituito da un mix tra contenuti editoriali (con link che puntano alla sezione news del sito) e offerte commerciali vantaggiose (che puntano direttamente alle schede auto sul sito). Grazie all’introduzione della newsletter, insomma, siamo riusciti a valorizzare e a rimettere in circolo una risorsa che l’azienda aveva, ma non sfruttava.

Investimenti per vendere
Infine, abbiamo scelto una tipologia principale di investimento “acquistato”: Google Adwords. Questo canale si è rivelato ideale per intercettare coloro che ricercano online l’auto da comprare, prevalentemente usata. I risultati ottenuti con Adwords sono stati ottimi: ben il 65% delle auto pubblicizzate, infatti, è stato venduto.

Che cos’abbiamo capito?
I risultati ottenuti nel 2012 dimostrano innanzitutto che i contenuti di qualità, coerenti con il business ma vari negli argomenti trattati, sono un elemento decisivo nella manutenzione della relazione con il pubblico sia tramite la newsletter, sia tramite la pagina Facebook. E che la costruzione di un “sistema” web imperniato sul sito ma alimentato dai canali offsite (newsletter e Facebook) porta a risultati ottimi. Ancora una volta, infine, è emerso il ruolo chiave giocato oggi dall’adv online.

È l’ora del mobile?
Concludiamo con uno sguardo al 2013. Gli obiettivi per l’anno in corso sono: aumentare la partecipazione e la portata dei fan su Facebook, accrescere ulteriormente il numero di accessi al sito (in particolare alle schede delle vetture) e cominciare a ragionare sulla strategia mobile. Gli accessi da smartphone, infatti, sono in continua crescita: nel 2012 ben il 12,6% del totale, contro il 4,6% del 2011, mentre nel 2013 stimiamo che possano raggiungere il 20%. Per questo, è sempre più necessario offrire agli utenti una versione del sito più snella e leggera. Vi aggiorneremo: stay tuned!