The Van firma la nuova campagna Carglass®

La scena è buia, nella penombra si scorge la silhouette di un’automobile. A un tratto un riflettore illumina la sua fiancata, come se la vettura fosse una star impegnata a sfilare sul red carpet di qualche première cinematografica. Ma quello che la luce rivela è l’incubo di ogni automobilista: sulla portiera ci sono evidenti segni di graffi. Un piccolo incidente che potrebbe rovinare la perfezione della scena, e che invece è facilmente risolvibile grazie a Carglass®.

Telaio perfetto

Quella che abbiamo appena descritto è la campagna di comunicazione che The Van ha ideato e realizzato per l’azienda leader nel settore della sostituzione dei cristalli auto, con cui collabora da diversi anni.

Carglass® ha di recente messo a punto un’importante novità nella sua offerta: il Servizio Carrozzeria, che si occupa di riparare i piccoli e medi danni al telaio delle automobili (graffi, ammaccature, strisciate…). Un passo importante per il brand del gruppo Belron®, ottenuto grazie a una combinazione di tecnologie avanzate, materiali e strumenti innovativi e rigorose procedure, che permettono di riparare l’area danneggiata senza sostituzione di componenti, con notevoli vantaggi di costo e di tempo.

Si alza il sipario

Questa innovazione, a suo modo storica per Carglass®, non poteva non accompagnarsi a una campagna di comunicazione ad hoc, firmata dalla nostra agenzia, che vede protagonista l’automobile lievemente incidentata. Il messaggio è chiaro: non c’è bisogno di correre subito dal carrozziere, il problema può essere risolto velocemente e a prezzi contenuti in uno dei centri di assistenza Carglass® attivi sull’area di Milano.

Partendo da questa idea, la campagna ha avuto numerose declinazioni: poster e materiali interni ed esterni ai centri di riparazione (insegne, stendardi, espositori da banco), advertising su riviste di settore, attività digitali, leaflet.

Sotto la guida del direttore creativo di The Van, Steven Berrevoets, hanno lavorato al progetto il visual specialist Enrico Delmastro e il content specialist Paolo Brusaferri.