The Van “racconta” il maglione Benetton “made in Treviso”

Chi di recente, durante uno dei suoi pomeriggi di shopping o di svago, è capitato in uno degli store della rete United Colors of Benetton, avrà probabilmente notato, tra i capi esposti, un maglione piuttosto particolare. Anzi, “una maglia unica”, per usare la definizione del pannello che ne accompagna l’esposizione. Quella maglia, dal singolare nome di TV-31100 (dal codice postale di Treviso, sede storica di Benetton), è uno dei fiori all’occhiello della stagione primaverile per l’azienda del punto maglia. E nel progetto è stata coinvolta anche The Van, che ne ha ideato e realizzato alcuni materiali di comunicazione.

Di origine controllata

A volte nel linguaggio pubblicitario si abusa dell’aggettivo “unico”, ma in questo caso è più che giustificato. Il maglione TV-31100 è infatti il primo capo di abbigliamento da molti anni a questa parte ideato e realizzato interamente negli storici stabilimenti di Castrette di Villorba, dove l’epopea Benetton ha preso il via. Ma ciò che più di ogni altra cosa contraddistingue questo prodotto è la sua fattura: grazie a una particolare tecnologia seamless (cioè senza cuciture), il maglione è realizzato usando un solo, lungo filo in cotone, eliminando quindi ogni punto di sfregamento sulla pelle e dando una sensazione di totale comfort e versatilità.

Una storia di raccontare

Nell’elaborare i suoi materiali, quindi, The Van ha cercato il modo più adatto per raccontare un prodotto dalla genesi così singolare, andando al di là delle semplici caratteristiche tecniche, secondo le regole del migliore storytelling. Il risultato è una comunicazione che, come si può vedere dal pannello da banco esposto negli store Benetton, è costruita intorno all’elemento del filo, la particolarità più riconoscibile di TV-31100: così, seguendo il filo, si ricostruisce tanto il prodotto vero e proprio quanto, metaforicamente, la sua storia. Con la stessa logica The Van si è occupata poi della realizzazione dei materiali stampa e delle affissioni; in particolare, hanno lavorato al progetto la visual specialist Jenny Raimondo e i content specialist Paolo Brusaferri e Luigi Piscitelli, sotto la supervisione di Luca Villani e Steven Berrevoets.

Prosegue quindi con soddisfazione il rapporto tra The Van e il gruppo Benetton (per il quale la nostra agenzia è impegnata da tempo in progetti di comunicazione interna), tanto che presto verrà data alle stampa una nuova campagna ideata da noi e dedicata a un prodotto che verrà lanciato nelle prossime settimane.